Overblog Segui questo blog
Administration Create my blog
17 luglio 2011 7 17 /07 /luglio /2011 01:19

Ognuno di noi sa quanto gli impianti di condizionamento siano utili nelle giornate afose e calde, ma probabilmente, a parte gli "addetti ai lavori", in pochi ci siamo soffermati sul loro funzionamento.

Come funziona un climatizzatore?

I condizionatori d'aria sono composti da un'unità interna e un'unità esterna, il tutto collegto da tubazioni in cui circola il liquido refrigerante Freon.

La parte interna è composta da uno scambiatore di calore e da un ventilatore, la parte esterna invece sarà composta da un compressore, uno scambiatore di calore e da un ventilatore.

Il principio su cui si basa un condizionatore è quello di sottrarre aria calda all'ambiente quando fa caldo abbassando così la tempreratura.

Ma come avviene tutto questo?

Per comprendere meglio il concetto dovremo prima spiegare le caratteristiche dei gas.

I gas hanno la proprietà di scaldarsi quando vengono compressi e di raffreddarsi quando tornano allo stato liquido, alcuni gas come il Freon se sottoposti a compressione raggiungono termperature altissime.

Vediamo come questa proprietà viene sfruttata dai nostri condizionatori di casa:

Il compressore comprime il gas Freon che raggiunge una temperatura di circa 80°C a questo punto arriva allo scambiatore esterno e grazie al ventilatore cede parte del calore all'esterno raffreddandosi e ritornando allo stato liquido, a questo punto viene "obbligato" a passare attraverso un buco molto piccolo chiamato "Tubo Capillare".

Passando attraverso questo buchino tornerà in parte gassoso raffreddandosi, il passo sucessivo vedrà il gas refrigerante arrivare allo scambiatore interno che grazie al suo ventilatore cederà il freddo all'ambiente, ora il gas è pronto per tornare al compressore per ricominciare un nuovo ciclo.

Essendo un impianto chiuso il gas subirà in modo perpetuo questa trasformazione, da qui si evince che gli impianti di condizionamento d'aria non avranno bisogno di essere ricaricati, a meno che non si verifichi una perdita.

Come scegliere un condizionatore

I condizionatori non sono tutti uguali, ci sono quelli solo "a freddo" e quelli a pompa di calore, i primi raffredderanno e basta, i secondi potranno essere usati anche per scaldare.

Ci sono poi modelli a funzionamento on-off e quelli a inverter, i modelli on-off utilizzano sempre la stessa potenza per tutto il periodo che serve a portare l'ambiente alla temperatura desidrata, i modelli a inverter invece calibreranno la potenza in base alla reale necessità, funzionando a pieno regime all'inizio per poi adeguarsi al reale bisogno.

All'unità esterna si possono collegare più unità interne, ma è anche possibile usare una sola unità interna da cui si dirameranno dei tubi che porteranno aria fredda negli altri locali.

Le cose da sapere per un acquisto oculato sono molte, l'unico consiglio è di rivolgersi a rivenditori o termoidraulici specializzati che sapranno rispondere a ogni vostra domanda o dubbio.

cri
Repost 0